Start Up dal mondo

Percorsi solari: strade che producono energia elettrica

Il progetto Solar Roadway è stato sviluppato da due ingegneri americani con l'intento di sostituire il catrame con pannelli fotovoltaici, al fine di trasformare le strade in fonte di energia elettrica.

Da molti anni la Route 66 è simbolo di libertà. Che cosa accadrebbe se questa famigerata strada si trasformasse in un'importante fonte di energia elettrica? Il progetto Solar Roadway lanciato negli Stati Uniti intende mettere fine all'era del catrame. Al suo posto verrà impiegato un materiale in grado di produrre elettricità, che consente di scongelare le strade in inverno e illuminarle di notte, e dunque non sarà più necessario accendere milioni di lampioni.

Secondo i progettatori, se tutte le strade americane fossero dotate di pannelli la produzione di energia del paese sarebbe il triplo del quantitativo attuale.

Il segreto di questa rivoluzione, nata in un paese dove le strade la fanno da padrone, è semplicemente una serie di pannelli fotovoltaici ultraresistenti incorporati al fondo stradale. Questi pannelli esagonali in vetro temperato e contenenti sia luci alimentate da energia solare che LED possono essere comprendere scritte stradali. Grazie alla loro capacità di trasmettere i dati in tempo reale, sono anche in grado di informare gli automobilisti di congestioni o incidenti stradali, in modo tale che possano regolare la velocità. Un'altra misura di sicurezza stradale offerta dai pannelli consiste nel fatto che hanno la superficie scanalata, per prevenire lo slittamento delle ruote o l'effetto aquaplaning quando piove. Infine vengono installati con resistori per consentire lo scioglimento degli strati di ghiaccio e neve.

Chiudere il cerchio

Come in una vera storia d'avventura americana, questi sorprendenti pannelli stradali sono stati creati una decina di anni fa nel garage di Scott e Julie Brusaw, una coppia di ingegneri di origine californiana. Ma il progetto impiegò anni a decollare a causa del costo, in quanto comportano una spesa tripla rispetto al catrame. Tuttavia, gli ingegneri sostengono che la superficie abbia una durata pari al triplo di una strada normale. In particolare affermano che se tutte le loro strade fossero rivestite con pannelli Solar Roadways, gli Stati Uniti produrrebbero un quantitativo di energia corrispondente al triplo dell'elettricità generata attualmente. Tale energia potrebbe essere venduta ai cittadini, oppure, per chiudere il cerchio, impiegata per ricaricare veicoli elettrici.

Il prodotto non è ancora pronto per l'uso sui ben sei milioni di chilometri di strade che attraversano gli Stati Uniti! Ma è stato realizzato un prototipo per dimostrare l'efficienza di questo sistema. E ora che sono ricorsi al crowdfunding, e il loro progetto utopistico può trasformarsi in realtà, presto lastricheranno le strade del futuro.